Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.

Gasolio autotrazione

Gasolio autotrazione

Il gasolio è generalmente un prodotto della distillazione primaria del greggio e fino a non molti anni fa la sua qualità, dipendeva sostanzialmente dalle caratteristiche del greggio stesso e dalle modalità di distillazione. Negli anni più recenti hanno trovato sempre maggiore impiego componenti da impianti di conversione come per esempio tagli da cracking o da hydrocracking termico e/o catalitico, e quindi l'influenza della qualità del greggio, seppur sempre importante, si è attenuata.

Mediamente il gasolio ha un intervallo di distillazione compreso tra 160°C e 380°C.

Il gasolio viene prevalentemente utilizzato per l'alimentazione dei motori a combustione interna ad accensione spontanea oppure per la combustione in impianti termici per il riscaldamento civile. Il gasolio è, tra tutti i carburanti per autotrazione, quello che sta maggiormente beneficiando dello sviluppo e dell'innovazione tecnologica dei motori a combustione interna ad accensione spontanea, a ciclo diesel. È proprio il settore motoristico, infatti, quello in cui si sono verificate le innovazioni più rilevanti sia in termini di prestazioni che di consumi. Questa è la ragione per cui, progressivamente, questi motori sono diventati sempre più richiesti sulle autovetture, anche di piccola/media cilindrata.

Nel caso di utilizzo nel motore diesel, il gasolio viene iniettato nella camera di combustione dove, raggiunti determinati valori di temperatura e pressione, s'infiamma a contatto con l'aria. Il gasolio pertanto dovrà possedere buone caratteristiche di combustione, tali da limitare il ritardo tra l'iniezione e l'inizio dell'accensione.

Il "numero di cetano" è l'indicatore scelto per la qualità di accensione.

Altra caratteristica importante, quando si parla di gasolio autotrazione, riguarda le sue proprietà a freddo, come ad esempio il punto di intorbidamento, che corrisponde in gradi centigradi alla temperatura alla quale il carburante inizia a diventare opaco, e il CFPP o Cold Filter Plugging Point, che è la temperatura alla quale il gasolio non scorre più, entro un tempo definito, all'interno di un determinato filtro. 

Per tale ragioni il gasolio autotrazione ha una sua “stagionalità” e, durante il periodo invernale, sono disponibili gasoli dedicati: ad esempio, il gasolio artico è efficiente nel pieno delle sue potenzialità fino a temperature prossime ai 21°C sottozero. 

La terza caratteristica rilevante ai fini dell’impiego del gasolio autotrazione è la lubricity, ovvero il potere lubrificante di cui il gasolio stesso è dotato. Per via delle costanti riduzioni del contenuto di zolfo nei gasoli autotrazione, a causa di fattori ambientali, il processo di desolforazione è stato sempre più utilizzato, con la conseguente eliminazione dei componenti che naturalmente conferivano al gasolio la sua lubricity.

News